Gli hardware di ogni PC si compongono di moltissime componenti elettroniche, generalmente di piccole dimensioni. Tutte queste componenti debbono essere assemblate ed adagiate in appositi contenitori per far sì che funzionino al meglio. È fondamentale che vengano contenute all’interno di contenitori per elettronica costruiti seguendo i dettami della miglior tecnica ed esperienza.

Contenitori per elettronica in lamiera: caratteristiche.
Esistono molte tipologie di contenitori per elettronica, tra le quali, quella che più ottiene un riscontro positivo nell’utilizzo è quella in lamiera. La lamiera è un materiale resistente, leggero e malleabile. Queste tre caratteristiche la rendono in miglior materiale con cui costruire contenitori per elettronica, per le seguenti ragioni:

• i case per PC debbono contenere delle componenti molto delicate per il loro funzionamento: è importante che siano posti in contenitori resistenti;
• il contenitore per elettronica deve entrare a far parte di un meccanismo molto delicato: la sua leggerezza gli consente di non gravare sulle altre componenti del PC;
• i case possono essere molto piccoli o debbono assumere forme particolari: la malleabilità della lamiera consente di ottenere forme inedite in maniera agevole, che diano la giusta protezione anche a componenti davvero piccole.

Lavorazioni per ottenere contenitori per elettronica.
Per ottenere contenitori per elettronica adeguati ad ogni tipo di esigenza, è necessario che siano plasmati all’esito di un procedimento che preveda lavorazioni di tipo professionale. È necessario affidarsi a professionisti del settore che siano a conoscenza delle migliori tecniche di produzione e di lavorazione dei materiali più indicati, come appunto la lamiera.

Tra le migliori tecniche di annovera in taglio laser dei metalli leggeri. Con la tecnologia laser, che utilizza un fascio di luce, è possibile eseguire tagli dei materiali ferrosi assolutamente precisi ad un costo molto contenuto. Le lavorazioni più complesse possono essere eseguite con un dispendio di energie molto basso. Il taglio laser è incredibilmente versatile e permette di effettuare moltissime differenti lavorazioni.
La punzonatura è un tipo di lavorazione alternativa al taglio laser che è ottima per l’esecuzione di tagli di elevate tiratura di lamiere. Con la punzonatura inoltre possono essere realizzate opere peculiari quali: l’imbutitura, la messa a punto di bugne per piedini, l’applicazione di stampigliature.

La fase di taglio dei metalli, eseguita sia con la tecnica del laser che con quella della punzonatura, prevede la realizzazione di fori, sulle superfici, nei quali sono inseriti successivamente gli inserti auto aggancianti.
Gli inserti più utilizzati nella carpenteria leggera destinata all’elettronica sono: i dadi, i distanziali, i prigionieri e le viti imperdibili.

Nella creazione di contenitori per elettronica un’altra lavorazione fondamentale è la piegatura dei metalli, in particolare delle lamiere. Le lamiere si presentano sotto forma di lastre piatte e debbono essere sottoposte a piegature professionali affinché assumano la conformazione desiderata. L’attività di piegatura è estremamente delicata e consente di ottenere il risultato prefissato solo se eseguita a regola d’arte.
Le ultime fasi della lavorazione volta all’ottenimento di contenitori per elettronica sono quelle di assemblaggio e di finitura.

Anche queste operazioni debbono essere eseguite in maniera professionale ed altamente specializzata, allo scoop di conseguire un prodotto finito che sia il più idonee possibile allo svolgimento della funzione a cui sia deputato.