Matematica: a scuola preoccupava tutti, piaceva a pochi, ed era la rovina di molti. E molti sostenevano, soprattutto, che fosse completamente inutile, una volta usciti dalle aule scolastiche ed entrati nel mondo reale. A mente fredda, e lontano dalle spesso inevitabili antipatie per insegnanti e compiti in classe, vale però la pena recuperare il senso della matematica e capirne l’utilità in decine di situazioni della vita reale. Ecco qui, perciò, qualche esempio di come la matematica possa servirci in casi estremamente comuni e pratici – dei quali, magari, non vi eravate mai nemmeno resi conto!

1. Il denaro. Uno dei motivi per cui così tante persone si trovano a non riuscire ad arrivare alla fine del mese anche con un buono stipendi, e a non capire il perchè, è l’ignoranza in matematica. Potete davvero sostenere le rate di quel televisore nuovo? Quanto vi costa in più di interessi? Vale la pena comprare quei prodotti in offerta, o forse alla fine continuano ad essere più costosi dei concorrenti – o ancora, a essere venduti in quantità che non riuscirete a consumare in tempo? Per rispondere a tutte queste domande, vi serve la matematica.

2. La cucina. La ricetta prevede dosi per otto, ma voi siete in cinque? Riuscirete a preparare in tempo l’antipasto, il primo e il dolce, considerando i tempi di cottura e quanti fornelli avete a disposizione? Quanta spesa dovete fare per una settimana per la vostra famiglia? Sono numeri: e per capirli, occorre la matematica.

3. I lavori pratici. Quanto legno vi serve per costruire quello scaffale che avete in mente? E per ridipingere le pareti della sala, quante latte di vernice occorreranno? Riuscirete a far passare dalla tromba della scale quel mobile che avete comprato? A scuola sarebbero stati problemi di geometria o di algebra; e come vedete, anche nella vita reale continuano ad essere presenti, come questioni molto più pratiche e quotidiane.

4. La scienza. Sentite parlare di riscaldamento globale, di fame nel mondo, di diffusione delle malattie… la scienza è la descrizione del mondo, certo, come un grande libro: ma quel libro è scritto in linguaggio matematico, ed è solamente conoscendo la matematica che potete essere in grado di comprendere e interpretare quel libro. E questo vale anche per chi non è uno scienziato, ma vuole semplicemente capire cosa accade nel mondo intorno a sé!

5. La programmazione. State leggendo questo articolo su un computer, probabilmente ne usate uno anche per lavorare, diverse ore al giorno, e buona parte del vostro intrattenimento deriva sempre dalla stessa fonte. Ma i computer non parlano la nostra lingua: parlano il linguaggio della matematica, anche se veicolato nella programmazione. Capire la matematica significa sapere che cosa chiedere ad un computer, e come, per ottenere la risposta ai problemi reali che fronteggiamo.